Post

Visualizzazione dei post da 2014

VIVERTI ADDOSSO di Anna Pistuddi

Immagine
VIVERTI ADDOSSO

Esplode
improvviso
un ricordo
si accende di pochi
precisi colori
sostanza
di un tempo
indistinto
mai detto
in cui osare
è stato di più
del semplice
viverti addosso

Anna Pistuddi
(segnalazione Premio Campidanu 2013)


NON FARE FINTA di Luciana Luzi

Immagine
foto di Luciana Luzi



NON FARE FINTA


Non fare finta di non vedermi attraverso questo spesso muro che separa le nostre vie, già proiettate verso un loro futuro separato e non lo farò neanch’io. Non fare finta di non esserti emozionato quando abbiamo visto l’alba nello stesso istante. Non fare finta di non ricordare quando bagnati e infreddoliti ci siamo riparati sotto a quel portico e siamo rimasti abbracciati finché l’ultima goccia non ha smesso di ticchettare. Non fare finta di non avermi dipinta di cioccolata e avermi poi mangiata,  lentamente. Non fare finta di non aver letto nello stesso momento, la stessa pagina dello stesso libro. Realtà e immaginazione  sono separate da un velo sottile, a volte coesistono e si rinforzano l’un l’altra. Non fare finta che non ci siamo voluti bene, io e te, e non lo farò neanch’io.
(Luciana Luzi)

Segnalazione al 5° Concorso Letterario della Città di Grottammare (AP)

MUSICA

Immagine
Ascolto musica soffice su di un manto di foglie. E i pensieri, che si dilatano lentamente tra corpo e mente. Scivolano così all’estremo delle forze. Legati solo, da un filo di note leggerissimo. Lasciandosi trasportare …dalla brezza avvolgente.

FRAGILITA'

Immagine
Ogni mia paura, una tua certezza. Ogni mia certezza, una tua paura. Sentimenti che si reggono sugli estremi. Emozioni che trovano corrispondenza nei contrari. Fragili equilibri. Il tuo. Il mio.



IN UNA STRETTA DI MANO di Luigi Finucci

Immagine
Nel buio tengo stretta la sua mano piccola e fredda, come smarrita all’inizio, finalmente s’intrecciano ansimano come corpi che poco a poco si scaldano; quel buio che all’inizio faceva paura ora protegge dagli sguardi, quelle mani che si conoscono pian piano aprono i nostri cuori e si scambiano effusioni come esseri a sé. Poi arriva il giorno e guardo gli occhi di quella mano che aveva fatto crescere in me la passione la bacio e sento avvolgermi da un calore e mi perdo in quel buio che non conosce paure.