Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

TU SORRIDI di Alessandra Prospero

Immagine
TU SORRIDI
Dolce,
tra le nervature del freddo
schivo un amoroso artiglio
e bevo, bevo dalle tue melodiose ciglia
che ignorano cime tempestose
di cronache algide
imperterrite e immutabili.
Di faraglioni lontani,
di rimembranze insolite
di palpitanti tentennamenti di zucchero
di albe odorose e di assoli dolenti.
Invece mi parli adagiandomi
sulla morbida rete
del trapezista.
E sogni, sogni, sogni
di infrangibili giostre di cristallo
e cavalli di miele con piume di brezza
dopo una bruma ventennale.
E tu, nettare, sorridi.

Alessandra Prospero

Pubblicata sotto Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.





"Lettera" di Paola Retta

Immagine
"Lettera"  di Paola Retta



Vorrei dirti mio caro, ma so che non sei mio. O almeno non totalmente. O non ancora. Forse sarai sorpreso di questa mia lettera. Non è da me chiedere spiegazioni, né pretendere alcunché, tuttavia ciascuno di noi ha un limite di pazienza, sopportazione e tolleranza delle situazioni. Il mio è molto elastico, infatti spesso ho spostato l’asticella un po’ più in là.  L’unico motivo per cui l’ho fatto è che tengo a te. Tanto. Probabilmente troppo.  Per molti miei amici decisamente più del dovuto. Se soltanto tu sapessi quante volte mi hanno detto che non ne valeva la pena, che avrei fatto meglio a rinunciare a te, che dirti basta avrebbe migliorato la mia salute fisica e mentale. Ma io sono stata sorda a tutti i loro appelli. Il nostro è un rapporto ormai decennale, con i suoi altri e bassi, i periodi di noia e quelli di entusiasmo, i momenti di immenso affetto, ma anche quelli, ammettiamolo con franchezza, di odio profondo e viscerale. So di non essere una per…